Articoli & suggestioni

Le persone nella nostra vita dono o prova...

Le relazioni umane sono un elemento fondamentale nella vita di ognuno di noi.

Ogni persona che attraversa il nostro cammino porta con sé un bagaglio di esperienze e insegnamenti che possono arricchire la nostra esistenza. Ma come possiamo interpretare il ruolo di queste persone nella nostra vita: come un dono o come una prova?

 

Se consideriamo le persone come un dono, apriamo la porta alla gratitudine e all'apprendimento. Ogni incontro diventa un'opportunità per arricchire la nostra esistenza, per imparare nuove prospettive e per creare legami significativi. Ad esempio, un amico che ci supporta nei momenti difficili o un mentore che ci guida nel nostro percorso professionale possono essere visti come doni che ci aiutano a crescere e a migliorarci.

 

D'altra parte, se vediamo le persone come una prova, possiamo essere portati a considerare ogni incontro come un ostacolo da superare o una sfida da affrontare. Questa prospettiva può generare stress, conflitti e frustrazioni che possono mettere a dura prova la nostra capacità di relazionarci in modo autentico con gli altri.

 

Tuttavia, è importante riconoscere che nella vita ci saranno momenti in cui le persone che incontriamo ci porteranno gioia e serenità, ma ci saranno anche momenti di difficoltà e crescita personale. È nell'accettare e bilanciare sia i doni che le prove che possiamo crescere e maturare come individui.

 

In conclusione, le persone che entrano nella nostra vita possono essere viste sia come doni che come prove. È importante essere grati per le esperienze che ci offrono e affrontare le sfide che ci presentano con resilienza e saggezza. Solo così potremo vivere relazioni autentiche e significative, imparando sempre qualcosa di nuovo su di noi stessi lungo il cammino.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸 web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

 

Un'Analisi Gestaltica della Fiaba di Cappuccetto Rosso Attraverso il Bosco della Crescita

La fiaba di Cappuccetto Rosso può essere analizzata utilizzando la prospettiva della terapia della Gestalt, che enfatizza l'importanza di comprendere l'esperienza soggettiva e l'interazione tra l'individuo e l'ambiente.

 

In una prospettiva della terapia della Gestalt, la storia di Cappuccetto Rosso potrebbe essere interpretata come una rappresentazione simbolica dell'esplorazione dell'individuo della propria identità e della relazione con il mondo esterno. Cappuccetto Rosso, con il suo percorso nel bosco, rappresenta la transizione dall'infanzia all'età adulta, con tutte le sfide e le opportunità che questa transizione comporta.

 

Il lupo potrebbe essere interpretato come simbolo delle forze esterne o interne che minacciano l'integrità e l'autonomia di Cappuccetto Rosso. Nella terapia della Gestalt, si potrebbe esplorare come i clienti affrontano e superano le situazioni problematiche, rappresentate qui dalla presenza del lupo.

 

Inoltre, l'importanza della consapevolezza e dell'integrazione delle diverse parti di sé stessi potrebbe essere enfatizzata. Ad esempio, esplorare come Cappuccetto Rosso affronta i suoi timori e le sue ansie nel bosco potrebbe essere un modo per il cliente di esplorare le proprie paure interiori e trovare un senso di integrità.

 

Infine, la fiaba potrebbe essere vista come un modo per esplorare i temi della crescita, dell'autonomia e della consapevolezza di sé, fornendo un'opportunità per il cliente di riflettere sulle proprie esperienze di transizione e di crescita.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸 web

L'importanza di una leadership efficace e empatica in un contesto politico

In un momento in cui la politica assume un ruolo fondamentale nella definizione del futuro di una nazione, la scelta di leader all'interno delle istituzioni pubbliche diventa cruciale per il suo sviluppo e la sua coesione. Quando un ministro decide di nominare un capo divisione che rifletta il suo pensiero filosofico e politico, è essenziale che tale individuo sia in grado di comunicare in modo efficace, di relazionarsi positivamente con gli altri e di dimostrare empatia verso i bisogni e le sfide della comunità che rappresenta.

 

La mancanza di capacità comunicative, di competenze relazionali e di empatia da parte di un capo divisione può compromettere gravemente il funzionamento dell'istituzione e minare la fiducia dei cittadini nella sua leadership. In un contesto democratico e basato sullo Stato di diritto, è fondamentale che i leader siano in grado di ispirare fiducia, di guidare in modo empatico e di rappresentare in modo equo e inclusivo tutti i cittadini.

 

Quando il mandato di un ministro giunge al termine, è opportuno che anche le persone che ha nominato per ruoli di responsabilità, e risultata essere totalmente incapace e inadeguata per il ruolo che gli è stato attribuito è’ opportuno che lasci le sua posizioni, in linea con i principi di trasparenza, meritocrazia e rotazione delle cariche. Questo non solo favorisce il rinnovamento e la diversificazione delle leadership all'interno dell'istituzione, ma garantisce anche che i ruoli di potere non siano concentrati in modo eccessivo nelle mani di pochi individui.

 

In definitiva, la politica dovrebbe essere guidata da valori di integrità, competenza e rispetto per il benessere comune. La scelta di leader capaci, empatici e comunicativi è fondamentale per la costruzione di una società inclusiva, equa e democratica, in cui le istituzioni lavorano per il bene di tutti i cittadini.

 

Ghosting: Come Riconoscerlo

Per riconoscere il fenomeno del ghosting nelle relazioni, è importante prestare attenzione a determinati segnali e comportamenti che possono indicare che qualcuno sta praticando questa forma di evitamento. Ecco alcuni suggerimenti su come riconoscere il ghosting:

 

1. Cambiamenti improvvisi nel comportamento di comunicazione:

Se una persona con cui hai solitamente una comunicazione regolare inizia a rispondere in modo sporadico o smette del tutto di rispondere ai tuoi messaggi, potrebbe essere un segnale di ghosting.

 

2. Mancanza di chiarezza e trasparenza:

Se noti che la persona evita di affrontare argomenti delicati o di dare spiegazioni sui suoi comportamenti, potrebbe essere un segnale che sta praticando il ghosting per evitare una conversazione imbarazzante o scomoda.

 

3. Sparizione improvvisa:

Se una persona con cui eri in contatto regolare scompare improvvisamente e non risponde più alle tue chiamate, messaggi o email senza alcuna spiegazione, potrebbe essere un chiaro segnale di ghosting.

 

4. Mancanza di impegno:

Se noti che la persona mostra disinteresse o mancanza di impegno nelle interazioni, evitando di fare piani futuri o di dare segnali di coinvolgimento emotivo, potrebbe essere un segnale che sta praticando il ghosting.

 

5. Sensazione di confusione e abbandono:

Se ti ritrovi a sentirte confuso, frustrato o abbandonato a seguito di un cambiamento improvviso nel comportamento di una persona con cui avevi un legame, potresti essere vittima del ghosting.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura✍️

📸 web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

Ghosting come  Affrontarlo nelle Relazioni Interpersonali

Il fenomeno del "ghosting" sta assumendo sempre più rilevanza tra i giovani, creando un impatto significativo nelle relazioni interpersonal. Questa pratica comporta il taglio improvviso e totale delle comunicazioni da parte di una persona nei confronti di un'altra, senza alcuna spiegazione o avvertimento.

 

In un'epoca in cui la tecnologia ha reso le interazioni più fugaci e immediate, il ghosting rappresenta un fenomeno che riflette le sfide della comunicazione moderna. Le relazioni online e virtuali rendono più facile evitare i confronti diretti e le conseguenze delle proprie azioni.

 

Il ghosting può lasciare chi ne è vittima con sensazioni di confusione, rifiuto e frustrazione. Il comportamento improvviso e inaspettato di essere ignorati porta spesso a domande senza risposta e a un senso di abbandono emotivo.

 

Riconoscere il ghosting è il primo passo per affrontare la situazione in modo consapevole e gestire le emozioni ad esso associate. Comunicare apertamente e sinceramente con la persona coinvolta può aiutare a chiarire la situazione e a superare eventuali incomprensioni o malintesi.

 

Per affrontare il fenomeno del ghosting, è importante promuovere la consapevolezza e la comunicazione aperta nelle relazioni. È fondamentale comprendere l'impatto emotivo che il ghosting può avere sulle persone coinvolte e cercare di adottare un approccio rispettoso e trasparente nelle interazioni.

 

In un'era in cui la connettività è predominante, è essenziale ricordare l'importanza della gentilezza, della sincerità e dell'empatia nelle nostre relazioni, sia online che offline. Solo attraverso una comunicazione aperta e rispettosa possiamo costruire legami significativi e duraturi.

 

Il ghosting potrebbe essere una tendenza emergente, ma possiamo affrontarlo e superarlo coltivando relazioni sane, empatiche e autentiche.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura✍️

📸 web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

“Coloro che non possono manipolarci, cercano di manipolare gli altri contro di noi”

 

La manipolazione, in tutte le sue forme, è una tattica utilizzata da coloro che cercano di ottenere vantaggi a scapito degli altri. Tuttavia, c'è una sottile differenza quando ci si trova di fronte a individui che non riescono a manipolarci direttamente. Invece di arrendersi, queste persone cercano di manipolare gli altri contro di noi.

 

Questa sottile ma pericolosa strategia può manifestarsi in varie forme: dalla diffamazione al sabotaggio, dalla distorsione della verità alla costruzione di alleanze basate su informazioni fuorvianti. Chi si trova nel mirino di tali individui deve essere consapevole di queste dinamiche e difendersi con intelligenza ed etica.

 

Riconoscere i segnali della manipolazione indiretta è fondamentale per proteggersi e preservare la propria integrità. Essere consapevoli delle proprie debolezze e punti vulnerabili può aiutare a contrastare gli attacchi subdoli di coloro che cercano di minare la nostra reputazione e il nostro benessere.

 

La forza interiore e la solidità dei valori sono armi potenti contro la manipolazione e la calunnia. Mantenere la propria autenticità e non cadere nelle trappole dell'inganno sono le chiavi per preservare la propria dignità e il proprio onore.

 

Ricordiamoci sempre che la verità e l'integrità sono le migliori difese contro chi cerca di manipolarci o manipolare gli altri contro di noi. Mantenendo salda la nostra bussola morale e difendendo con fermezza la nostra reputazione, possiamo resistere alle azioni maliziose di coloro che non possono manipolarci direttamente.

 

RosAlba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸 web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

nella sezione articolo

Quando ti senti solo, leggi un libro il potere terapeutico della lettura

Essere soli è una sensazione che può colpire chiunque, in momenti di tristezza o difficoltà. Ma cosa succede quando la solitudine sembra opprimere il cuore? Una soluzione preziosa potrebbe essere più vicina di quanto si creda: un libro.

 

La lettura ha un potere terapeutico straordinario, capace di aprire le porte della mente e dell'anima, offrendo conforto e compagnia anche nei momenti più bui. Quando ti senti sola, ricevere un libro potrebbe essere il regalo più prezioso che ti concedi.

 

I libri sono come amici silenziosi che ci accompagnano attraverso le pagine, trasportandoci in mondi immaginari, offrendoci nuove prospettive e aiutandoci a esplorare emozioni e pensieri profondi. In loro troviamo rifugio, consolazione e ispirazione.

 

La bellezza della lettura risiede nella sua capacità di trasformare la solitudine in un'esperienza arricchente e gratificante. Attraverso le parole degli autori, scopriamo che non siamo soli nei nostri sentimenti e che esiste una connessione universale tra le anime umane.

 

Quindi, la prossima volta che ti senti sola, non esitare a prendere un libro tra le mani. Scava tra le pagine, lasciati trasportare dalle storie e lascia che la magia della lettura ti avvolga. Scoprirai che il potere dei libri va oltre le parole stampate e può lenire le ferite dell'anima, nutrire la mente e risvegliare luce nella tua solitudine.

 

Ricevere un libro quando ti senti sola potrebbe essere il primo passo verso una nuova prospettiva, una rinascita interiore e un'affermazione della tua forza interiore. Concediti questo balsamo per l'anima e lascia che la magia della lettura ti guidi attraverso i momenti difficili.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura

📸 dal web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

nella sezione articoli

Buona Pasqua a tutti i lettori e visitatori del mio sito web!

Che questa festività porti gioia, pace e serenità nelle vostre case. Vi invito a festeggiare con amore e condivisione, e a lasciare spazio alla speranza e alla rinascita che la Pasqua ci dona. 🐣🌷

Per una dolce lettura pasquale, vi invito a visitare il mio sito: www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

Facebook

Instagram

🌼🐰

Celebriamo insieme la magia di questo giorno speciale!

Buona Pasqua! 🥚💐🐇

 

"La vita è come una fotografia: occorre mettere a fuoco i momenti importanti, catturare i ricordi e stamparli nel cuore." 📸❤️

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸 web

I Tuttologi: Perplessità riguardo alla professionalità che tutto abbraccia

Negli ultimi tempi, si è diffusa una figura che fa discutere nel mondo professionale: il "tutologo". Queste persone si autodefiniscono esperti in ogni ambito, soprattutto in quello sociale e psicosociale, affermando di saper fare tutto.

Ma fino a che punto possiamo davvero fidarci di coloro che promettono conoscenze illimitate in tutti i settori?

 

La figura del tutologo solleva diverse perplessità e interrogativi. È davvero possibile essere un esperto in tutto?

O rischiamo di incorrere in superficialità e mancanza di competenza reale?

 

La professionalità richiede anni di studio, ricerca e pratica specializzata in un determinato campo. Affidarsi a persone che si spacciano per esperti poliedrici potrebbe comportare rischi e conseguenze negative, soprattutto quando si tratta di argomenti complessi come quelli sociali e psicosociali.

 

È fondamentale ricordare l'importanza della specializzazione e della competenza approfondita in un ambito specifico. La consulenza e l'assistenza da parte di professionisti qualificati e esperti nei rispettivi settori sono cruciali per garantire risultati affidabili e di qualità.

 

Allora, facciamo attenzione alle promesse dei tutologi e scegliamo con cura chi ci affianca nei percorsi professionali e personali. La professionalità vera si basa sulla conoscenza approfondita, sull'esperienza e sulla consapevolezza dei propri limiti. Buon senso e discernimento sono sempre indispensabili quando si tratta di affidarsi a chi si proclama "esperto in tutto".

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸 web

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

nella sezione articoli

Esplorare e Integrare le Emozioni nel Counseling della Gestalt

Un Percorso Verso la Consapevolezza Emotiva

 

Il counseling della Gestalt offre un approccio unico ed efficace per esplorare e integrare le emozioni, permettendo ai clienti di avvicinarsi alla consapevolezza emotiva in modo profondo e significativo.

 

La Gestalt, ha una derivazione dalla parola tedesca che significa "forma" o "configurazione", è importante comprendere che è un aspetto filosofico di approccio che si concentra sull'esperienza diretta e sull'importanza del momento presente. Nel counseling della Gestalt, si incoraggia i clienti a prendere consapevolezza delle proprie emozioni, a sperimentarle pienamente e a integrarle nel proprio vissuto.

 

Una delle principali caratteristiche del counseling della Gestalt è l'attenzione al qui e ora, che permette ai clienti di vivere appieno le proprie emozioni e di comprenderne il significato. Attraverso esercizi esperienziali, come il lavoro con la sedia vuota o il dialogo tra le parti interne, i clienti possono esplorare le emozioni rimosse o represse e portarle alla luce per un'integrazione profonda.

 

L'integrazione delle emozioni nel counseling della Gestalt porta a una maggiore consapevolezza di sé, alla crescita personale e al benessere emotivo. Quando le emozioni vengono esplorate e accolte senza giudizio, si crea uno spazio per la trasformazione e la guarigione.

 

In conclusione, il counseling della Gestalt offre un approccio terapeutico ricco e stimolante per esplorare e integrare le emozioni, aprendo la strada a una maggiore consapevolezza emotiva e personale. Attraverso questo percorso, i clienti possono scoprire nuove prospettive, risorse interiori e una maggiore armonia con sé stessi e con il mondo che li circonda.

 

 

"Abbraccia le tue emozioni come foglie cadenti, lascia che cadano dal tuo albero interiore per nutrire la terra della tua consapevolezza emotiva, affinché possano rinascere in primavera come fiori di saggezza e crescita."

Rosalba Di Grazia

 

Il Valore delle Passioni Quando il Cuore Batte più Forte del denaro.

Articoli & suggestioni

Ho voluto scrivere un articolo sulle basi di questa Citazione ….Quando troviamo qualcosa che ci fa battere il cuore, quando abbiamo il coraggio di dire facciamolo  e basta,

perché se pensiamo che i soldi, i soldi sono una cosa di cui bisogna preoccuparsi di più, finiamo per rincorrere qualcosa che costa  invece di qualcosa che vale…

 

 

Nella frenesia della vita moderna, spesso ci troviamo ad inseguire mete e obiettivi dettati principalmente dal denaro e dalle convenzioni sociali.

Tuttavia, c'è qualcosa di straordinario nell'ascoltare il proprio cuore e seguire le proprie passioni senza il peso delle aspettative esterne.

 

Quando troviamo qualcosa che ci fa battere il cuore, una passione che accende la nostra anima e ci riempie di gioia, abbiamo il coraggio di dire "facciamolo e basta".

In quel momento di chiarezza interiore, ci rendiamo conto che ciò che vale davvero non è il denaro o il successo esteriore, ma la felicità autentica che proviene dall'esprimere la nostra vera essenza.

 

Il denaro, pur essendo una risorsa necessaria per soddisfare i bisogni materiali, non dovrebbe mai diventare il motore principale delle nostre azioni e scelte.

Se ci concentriamo esclusivamente sul perseguire obiettivi economici, rischiamo di perdere di vista ciò che veramente conta: il valore intrinseco delle esperienze che ci fanno sentire vivi e appagati.

 

Quando scegliamo di seguire le nostre passioni, sperimentiamo la ricchezza dell'anima e la gratificazione di coltivare ciò che ci rende unici.

Le sfide e i sacrifici che potremmo incontrare lungo il cammino diventano parte integrante del viaggio verso la realizzazione personale, offrendoci crescita, resilienza e saggezza.

 

Invece di rincorrere ciecamente qualcosa che costa, è importante concentrarci su ciò che veramente vale la pena di perseguire nella vita.

Ascoltare il proprio cuore, seguire le proprie passioni e abbracciare ciò che ci fa sentire vivi sono le chiavi per una vita autentica e significativa, ricca di valore e soddisfazioni autentiche.

 

Che questo mese di marzo sia un invito a coltivare le nostre passioni, a seguire il battito del nostro cuore e a dare spazio a ciò che veramente conta nella nostra esistenza.

Che il coraggio di dire "facciamolo  e basta" possa guidarci verso la realizzazione di ciò che davvero vale nel nostro percorso di crescita e realizzazione personale.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

Foto web

 

mia pagina web:

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

nella sezione articoli

La società attuale è un argomento complesso e affascinante

Di Rosalba Di Grazia

La società attuale è un argomento complesso e affascinante che merita una riflessione approfondita. In questo saggio, esploreremo alcune delle caratteristiche principali della società contemporanea, analizzando i suoi aspetti positivi e negativi. 

 

Nell'era digitale in cui viviamo, la tecnologia ha avuto un impatto significativo sulla società. Da un lato, la connettività globale ha reso il mondo più piccolo, consentendo alle persone di comunicare e condividere informazioni in modo rapido ed efficiente. Ad esempio, i social media hanno permesso alle persone di connettersi con individui di tutto il mondo, creando una comunità globale. Questo ha portato a un maggiore scambio culturale e alla diffusione di idee innovative. 

 

D'altra parte, la dipendenza dalla tecnologia ha anche generato alcuni effetti negativi sulla società. L'uso eccessivo dei dispositivi digitali ha portato a una diminuzione delle interazioni faccia a faccia e ha contribuito all'isolamento sociale. Le persone trascorrono sempre più tempo davanti agli schermi, perdendo il contatto con la realtà e le relazioni umane autentiche. Inoltre, la diffusione delle fake news e la mancanza di privacy online sono diventate problematiche che minano la fiducia nella società. 

 

Un altro aspetto importante della società attuale è la crescente consapevolezza ambientale. Sempre più persone si stanno rendendo conto dell'importanza di proteggere l'ambiente e stanno adottando comportamenti sostenibili. Ad esempio, l'uso di energie rinnovabili sta diventando sempre più diffuso e molte aziende stanno adottando politiche eco-friendly. Questo impegno per la sostenibilità è fondamentale per garantire un futuro migliore per le generazioni future. 

 

Tuttavia, non possiamo ignorare i problemi sociali che affliggono la società attuale. La disuguaglianza economica è una delle sfide più urgenti che dobbiamo affrontare. Mentre alcune persone godono di un elevato tenore di vita, molte altre vivono in condizioni di povertà estrema. Questa disparità crea tensioni sociali e mina la coesione della società. È fondamentale promuovere politiche che riducano la disuguaglianza e garantiscano l'accesso equo alle opportunità per tutti. 

 

In conclusione, la società attuale è caratterizzata da una serie di sfide e opportunità. La tecnologia ha rivoluzionato la nostra vita, consentendoci di connetterci e condividere informazioni in modi mai visti prima. Tuttavia, dobbiamo fare attenzione a non cadere nella dipendenza e nell'isolamento sociale. Inoltre, la consapevolezza ambientale e la lotta contro la disuguaglianza economica sono temi cruciali che richiedono un impegno collettivo. Solo attraverso un dialogo aperto e una cooperazione globale possiamo sperare di costruire una società più equa, sostenibile e inclusiva per tutti. 

 

Rosalba Di Grazia 

ConTatto Studio Counseling 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch 

 

ottobre 2023

Sviluppo psicosociale del bambino di 4 anni 

Di Rosalba Di Grazia

Il periodo dell'infanzia è un momento cruciale nello sviluppo di un bambino, in cui si verificano importanti cambiamenti psicosociali. 

A quattro anni, i bambini stanno iniziando a sviluppare una maggiore indipendenza e autonomia, mentre acquisiscono abilità sociali e cognitive fondamentali. 

In questo saggio, esploreremo il processo di sviluppo psicosociale di un bambino di quattro anni, analizzando le sue caratteristiche principali e fornendo esempi concreti. 

 

Abstract: 

Durante il quarto anno di vita, i bambini raggiungono importanti traguardi nello sviluppo psicosociale. 

A questa età, sono in grado di esprimere le proprie emozioni in modo più appropriato, sviluppare relazioni sociali più complesse e acquisire una maggiore consapevolezza di sé e degli altri. Inoltre, iniziano a mostrare una maggiore curiosità e interesse per il mondo che li circonda, dimostrando una crescita significativa nelle loro capacità cognitive. 

 

Argomenti e esempi: 

Espressione delle emozioni: 

A quattro anni, i bambini iniziano a comprendere e a esprimere le proprie emozioni in modo più adeguato. 

Ad esempio, possono identificare e comunicare la felicità, la tristezza, la rabbia e la paura. Possono anche iniziare a sviluppare strategie per gestire le proprie emozioni, come prendersi una pausa o chiedere aiuto quando si sentono sopraffatti. 

 

Relazioni sociali: 

A questa età, i bambini iniziano a sviluppare relazioni sociali più complesse. 

Possono giocare con altri bambini in modo cooperativo, condividendo giocattoli e seguendo regole di base. 

Inoltre, iniziano a comprendere l'importanza dell'empatia e della gentilezza verso gli altri. 

Ad esempio, possono consolare un amico che piange o offrire aiuto quando qualcuno è in difficoltà. 

 

Consapevolezza di sé e degli altri: 

A quattro anni, i bambini acquisiscono una maggiore consapevolezza di sé e degli altri. Possono riconoscere il proprio nome, l'età e alcune caratteristiche personali. Iniziano anche a comprendere che gli altri hanno pensieri, sentimenti e desideri diversi dai propri. 

Ad esempio, possono capire che un amico potrebbe volere un giocattolo diverso da quello che preferiscono loro stessi. 

 

Capacità cognitive: 

A questa età, i bambini mostrano una crescita significativa nelle loro capacità cognitive. 

Possono fare domande più complesse e mostrare un interesse crescente per il mondo che li circonda. 

Ad esempio, possono chiedere il motivo delle stagioni o come funzionano le macchine. Iniziano anche a sviluppare abilità di problem solving, come risolvere semplici puzzle o seguire istruzioni complesse. 

 

Conclusione: 

Il quarto anno di vita è un periodo di grande crescita nello sviluppo psicosociale di un bambino. Durante questa fase, i bambini acquisiscono una maggiore indipendenza, sviluppano relazioni sociali più complesse e mostrano una crescita significativa nelle loro capacità cognitive. 

È molto importante e significativo fornire un ambiente stimolante e di supporto per favorire il loro sviluppo ottimale. 

Comprendere le caratteristiche e le competenze di un bambino di quattro anni ci aiuta a guidarli nel loro percorso di crescita e a promuovere il loro benessere psicosociale. 

 

Rosalba Di Grazia 

ConTatto Studio Counseling 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch 

 

ottobre 2023

 

Un congresso illuminante sulla criminologia e il femminicidio

Il Congresso di Criminologia e Società Italiana di Criminologia, svoltosi a Siena dal 19 al 21, ha offerto un'opportunità unica per approfondire il tema del femminicidio. L'evento ha riunito esperti, accademici e professionisti del settore, creando un ambiente stimolante per la discussione e la condivisione di conoscenze. Durante il congresso, sono stati affrontati diversi aspetti del femminicidio, fornendo una panoramica completa e approfondita di questa tragica realtà.

 

Sviluppo:

Il congresso ha offerto una vasta gamma di sessioni e workshop, che hanno coperto temi come le cause del femminicidio, le dinamiche di potere, le politiche di prevenzione e le strategie di intervento. Gli esperti hanno presentato ricerche e studi di caso, fornendo una solida base di conoscenze per comprendere meglio questo fenomeno complesso.

 

Una delle sessioni più interessanti è stata quella dedicata alle cause del femminicidio. Gli esperti hanno analizzato i fattori sociali, culturali ed economici che contribuiscono alla violenza contro le donne. È emerso che il femminicidio non può essere spiegato da un unico fattore, ma è il risultato di una combinazione di molteplici elementi. Questa consapevolezza è fondamentale per sviluppare strategie di prevenzione e intervento efficaci.

 

Un altro aspetto affrontato durante il congresso è stato il ruolo delle dinamiche di potere nel femminicidio. Gli esperti hanno evidenziato come la violenza contro le donne sia spesso legata a disuguaglianze di genere e a una cultura che perpetua stereotipi dannosi. È stato sottolineato l'importanza di promuovere l'uguaglianza di genere e di educare le persone a riconoscere e contrastare queste dinamiche di potere.

 

Le politiche di prevenzione sono state un altro tema centrale del congresso. Gli esperti hanno discusso delle strategie di prevenzione primaria, che mirano a prevenire la violenza fin dalla sua origine, e delle strategie di prevenzione secondaria, che si concentrano sull'identificazione e l'intervento tempestivo per proteggere le vittime. È stato evidenziato l'importante ruolo delle istituzioni, delle organizzazioni della società civile e della comunità nel contrastare il femminicidio.

 

Conclusioni:

Il Congresso di Criminologia e Società Italiana di Criminologia ha offerto una piattaforma di discussione e condivisione di conoscenze senza precedenti sul tema del femminicidio. Gli esperti hanno fornito una panoramica completa delle cause, delle dinamiche di potere e delle strategie di prevenzione e intervento. È emerso che il femminicidio è un problema complesso che richiede un approccio multidisciplinare e una collaborazione tra diverse parti interessate. Questo congresso ha rappresentato un passo importante verso una maggiore consapevolezza e azione per contrastare il femminicidio e promuovere una società più giusta ed equa per tutte le donne.

 

Rosalba Di Grazia

"Codice Rosa"

Uno dei tanti interessantissimi argomenti presentato al Congresso nazionale della società italiano di criminologia

 

L'argomento che desidero introdurre riguarda il "Codice Rosa",  un modello operativo utilizzato nella sanità pubblica per contrastare la violenza di genere e i crimini d'odio.

Questo modello è stato sviluppato da V. Doretti, un esperto nel campo della violenza di genere e dei diritti delle donne.

 

La violenza di genere e i crimini d'odio rappresentano una grave problematica sociale che colpisce molte persone in tutto il mondo. Le vittime di questi atti subiscono non solo danni fisici, ma anche psicologici e emotivi, che possono avere conseguenze a lungo termine sulla loro salute e benessere.

Per contrastare questa forma di violenza e garantire un supporto adeguato alle vittime, è fondamentale adottare modelli operativi efficaci come il Codice Rosa. Questo modello si basa sulla collaborazione tra diverse figure professionali, come medici, infermieri, assistenti sociali e forze dell'ordine, al fine di fornire un supporto completo alle vittime.

Il Codice Rosa prevede una serie di azioni e protocolli da seguire per garantire una risposta tempestiva ed efficace alle vittime di violenza di genere e crimini d'odio.

Tra le principali caratteristiche di questo modello vi è la creazione di un ambiente sicuro e riservato per le vittime, dove possono sentirsi ascoltate e protette.

Inoltre, il Codice Rosa prevede la formazione del personale sanitario per riconoscere i segni di violenza e offrire un supporto adeguato.

Questo modello si basa anche sulla collaborazione con le forze dell'ordine per garantire un'adeguata tutela legale alle vittime e per favorire l'individuazione e la punizione dei responsabili.

Il Codice Rosa rappresenta quindi un importante strumento per promuovere la tutela dei diritti delle donne e contrastare la violenza di genere nella società. Adottare questo modello operativo può contribuire a creare un ambiente più sicuro e protetto per le vittime, offrendo loro il supporto necessario per superare le conseguenze della violenza subita.

In conclusione, il Codice Rosa rappresenta un passo avanti nella lotta contro la violenza di genere e i crimini d'odio, offrendo un modello operativo efficace per contrastare questa grave problematica sociale. È fondamentale che la società e le istituzioni si impegnino a promuovere e implementare questo modello, al fine di garantire una maggiore tutela dei diritti delle donne e una società più giusta ed equa per tutti.

 

Rosalba Di Grazia

ConTatto Studio Counseling

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

Ingiustizia epistemica nella diagnosi

Nella relazione magistrale del professor Ferracuti, sono stati illustrati i possibili « inciampi »

dell’ingiustizia epistemica, che di per se è un concetto che si riferisce alla distribuzione iniqua del potere epistemico, ovvero del potere di definire cosa è vero o falso, cosa è conosciuto o ignorato, all'interno di una società o di un contesto specifico. Questa forma di ingiustizia si manifesta quando alcune persone o gruppi hanno accesso privilegiato alla produzione e alla diffusione della conoscenza, mentre altri sono esclusi o marginalizzati.

Un esempio di ingiustizia epistemica è quando le voci e le prospettive di determinati gruppi sono sistematicamente ignorate o negate, mentre quelle di altri gruppi sono considerate come la norma o la verità universale. Questo può portare a una rappresentazione distorta della realtà e a una mancanza di comprensione delle esperienze e dei punti di vista di persone diverse.

Inoltre, l'ingiustizia epistemica può essere perpetuata attraverso i sistemi educativi, i media, le istituzioni scientifiche e altre istituzioni sociali che influenzano la produzione e la diffusione della conoscenza. Se i curricula scolastici non includono la storia e le prospettive di gruppi marginalizzati, si perpetua l'ingiustizia epistemica.

Le conseguenze negative dell'ingiustizia epistemica sono molteplici. Limitare l'accesso alla conoscenza può perpetuare disuguaglianze sociali ed economiche, ostacolare lo sviluppo di soluzioni ai problemi sociali e limitare la diversità di idee e prospettive.

Per affrontare l'ingiustizia epistemica, è necessario promuovere l'inclusione e la diversità nella produzione e nella diffusione della conoscenza. Ciò implica garantire che le voci e le prospettive di gruppi marginalizzati siano ascoltate e prese in considerazione, e che le istituzioni sociali siano aperte a una pluralità di conoscenze e punti di vista.

In conclusione, l'ingiustizia epistemica è una forma di ingiustizia che riguarda la distribuzione iniqua del potere epistemico. Affrontare questa ingiustizia richiede un impegno per l'inclusione e la diversità nella produzione e nella diffusione della conoscenza. Solo attraverso un'apertura verso le voci e le prospettive di tutti i gruppi, possiamo sperare di superare l'ingiustizia epistemica e costruire una società più equa e inclusiva.

 

Rosalba Di Grazia

ConTatto Studio Counseling

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

« le guerre sono da uccisione una guerra non ha mai liberato »

Le guerre sono da uccisione: una guerra non ha mai liberato nessuno.

Questa affermazione, profonda e veritiera, ci invita a riflettere sulla spietatezza della guerra e sulla sua assenza di logica e giustificazione. Nonostante il proiettile che si conficca nella carne sia un simbolo tangibile della violenza della guerra, è importante comprendere che la vera crudeltà risiede nel fatto che qualcuno possa considerarla come una soluzione inevitabile e giusta.

In realtà, non esiste una guerra che libera, ma solo una guerra che uccide.

La storia è costellata di conflitti armati, in cui nazioni e popoli si sono scontrati per ragioni politiche, territoriali o ideologiche. Tuttavia, se analizziamo attentamente gli esiti di queste guerre, ci accorgiamo che nessuna di esse ha portato vera liberazione o progresso.

Al contrario, le guerre hanno causato distruzione, morte e sofferenza, lasciando dietro di sé solo macerie e dolore.

Un esempio lampante di questa triste realtà è rappresentato dalla Prima Guerra Mondiale. Inizialmente considerata come un conflitto che avrebbe portato a un mondo migliore, si rivelò invece un massacro senza precedenti. Milioni di giovani vite furono sacrificate sul campo di battaglia, senza alcun reale beneficio per le nazioni coinvolte.

La guerra non liberò nessuno, ma uccise indiscriminatamente, lasciando dietro di sé un'Europa devastata e una generazione perduta.

Anche la Seconda Guerra Mondiale, nonostante la lotta contro il nazifascismo, non può essere considerata come una guerra liberatrice.

Sebbene il regime di Hitler fosse un'atrocità che doveva essere sconfitta, la guerra portò con sé un'enorme quantità di morte e distruzione. Gli esempi di Hiroshima e Nagasaki, dove furono sganciate le prime bombe atomiche, sono emblematici della crudeltà della guerra. Questi attacchi non liberarono nessuno, ma causarono la morte di centinaia di migliaia di persone e lasciarono un'impronta indelebile nella storia dell'umanità.

Il conflitto in Libano è un altro esempio doloroso di come le guerre non portino alla liberazione, ma solo a morte e distruzione. Il Libano ha affrontato una serie di guerre e conflitti nel corso della sua storia, tra cui la guerra civile libanese che durò dal 1975 al 1990. Durante questo periodo, il paese fu dilaniato da scontri tra diverse fazioni politiche e religiose, causando la morte di migliaia di persone e la distruzione di infrastrutture vitali.

Anche dopo la fine della guerra civile, il Libano ha continuato a essere coinvolto in conflitti regionali, come la guerra in Siria, che ha avuto un impatto significativo sul paese. Questi conflitti hanno causato ulteriori sofferenze per la popolazione libanese, con migliaia di persone costrette a fuggire dalle proprie case e a vivere in condizioni precarie.

Il caso del Libano dimostra ancora una volta che la guerra non è una soluzione, ma solo una fonte di morte e distruzione. Nonostante le ragioni politiche, religiose o territoriali che possono scatenare un conflitto, è fondamentale comprendere che la violenza armata non porta alla liberazione, ma solo a un perpetuarsi del ciclo di violenza e sofferenza.

Inoltre, anche le guerre più recenti, come quelle in Afghanistan o in Iraq, non hanno portato alcuna liberazione, al contrario, hanno generato instabilità, violenza e un aumento del numero di vittime civili.

La guerra non è mai la soluzione, ma solo un perpetuarsi del ciclo di violenza e sofferenza.

La spietatezza della guerra non risiede solo nel proiettile che si conficca nella carne, ma nel fatto che qualcuno possa considerarla come una logica inevitabile e giusta.

Le guerre non liberano nessuno, ma uccidono indiscriminatamente.

La storia ci ha dimostrato che la violenza non porta mai alla vera liberazione, ma solo a un perpetuarsi del dolore e della distruzione.

È solo attraverso il dialogo, la diplomazia e il rispetto reciproco che possiamo sperare di costruire un mondo migliore, in cui le guerre siano solo un triste ricordo del passato.

 

RosAlba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸 dal web

“I momenti difficili dividono o uniscono. “
Ed è lì che si può vedere bene chi c'è sempre stato e chi ha fatto finta di esserci.

Nella vita, tutti affrontiamo momenti difficili. Sono quei periodi in cui ci sentiamo sopraffatti dalle sfide e dalle avversità che la vita ci presenta. Questi momenti possono essere causati da problemi personali, come la perdita di una persona cara o la malattia, o da situazioni esterne, come una crisi economica o una catastrofe naturale. In ogni caso, questi momenti difficili mettono alla prova le nostre capacità di resistenza e ci mostrano chi è veramente al nostro fianco.

 

Quando ci troviamo di fronte a una situazione difficile, è naturale cercare il sostegno delle persone che ci circondano. Sono proprio in questi momenti che possiamo vedere chi è davvero al nostro fianco. Ci sono persone che si mostrano solidali e pronte ad aiutarci in ogni modo possibile. Queste persone sono quelle che ci dimostrano il loro amore e la loro amicizia incondizionata. Sono quelle che ci ascoltano, ci confortano e ci sostengono quando ne abbiamo più bisogno. Sono quelle che ci danno la forza di andare avanti e superare le difficoltà.

 

D'altra parte, ci sono anche persone che fanno finta di esserci. Sono quelle che si allontanano quando le cose diventano difficili e che ci abbandonano quando abbiamo bisogno di loro. Queste persone possono essere amici o familiari che, per varie ragioni, non riescono a sostenere il peso delle nostre difficoltà. Possono essere persone egoiste che pensano solo a se stesse e non sono disposte a fare sacrifici per gli altri. In ogni caso, queste persone ci mostrano la loro vera natura quando le cose si fanno difficili.

 

Un esempio concreto di questa situazione può essere una persona che si ammala gravemente. Durante la malattia, questa persona può sperimentare sia il sostegno incondizionato di alcuni amici e familiari, che si prendono cura di lei e la supportano in ogni modo possibile, sia l'abbandono di altre persone che si allontanano perché non sanno come affrontare la situazione. È in questi momenti che la persona malata può vedere chi è veramente al suo fianco e chi ha fatto finta di esserci.

 

In conclusione, i momenti difficili sono un banco di prova per le relazioni umane. Sono quei momenti in cui possiamo vedere chi è veramente al nostro fianco e chi ha fatto finta di esserci. Le persone che ci sostengono e ci aiutano in questi momenti difficili sono quelle che meritano il nostro amore e la nostra gratitudine. D'altra parte, le persone che ci abbandonano o fanno finta di esserci ci mostrano la loro vera natura e ci insegnano a selezionare le persone che vogliamo avere accanto nella nostra vita.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸 dal web

ConTatto Studio Counseling

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

 

"La Storia di Laura che ha trovato la Forza  nel percorso terapeutico del Counseling della Gestalt"

La storia terapeutica di questa donna è un esempio di resilienza e forza interiore. Nonostante le difficoltà e il vortice della depressione creato dal suo compagno, lei ha trovato la forza di cercare aiuto e di intraprendere un percorso di counseling della gestalt.

 

Inizialmente, la donna si rivolse al counseling perché era esausta della situazione familiare che si era creata con il suo compagno. La relazione era diventata sempre più difficile a causa della depressione del suo partner. Lei si sentiva priva di energie e non riusciva più a sopravvivere in quella situazione.

 

Nelle sessioni di counseling, la donna raccontava di come il suo compagno cercasse di trascinarla nel vortice della sua depressione. Ogni volta che lui notava anche solo una piccola luce o un sorriso nei suoi occhi, iniziava a lamentarsi della propria vita, a sentirsi stanco, insignificante e insoddisfatto. Questo atteggiamento era una costante nella vita del suo compagno, che era depresso, insoddisfatto e polemico ogni giorno. La donna temeva che ogni momento di gioia o serenità fosse un motivo per lui di non dare spazio alla relazione e di cercare di trascinarla nel suo stesso stato di depressione.

 

Grazie al counseling della gestalt, la donna ha trovato la modalità e gli strumenti per sopravvivere e far fronte a questa situazione. Il counseling le ha permesso di esplorare le sue emozioni, i suoi pensieri e le sue reazioni di fronte alla depressione del compagno. Ha imparato a riconoscere i suoi bisogni e a prendersi cura di sé stessa, senza farsi coinvolgere completamente nel vortice della depressione dell'altro.

 

Attraverso il supporto del terapeuta e l'esplorazione delle sue risorse interne, la donna ha iniziato a costruire una maggiore consapevolezza di sé e delle sue emozioni. Ha imparato a stabilire confini sani nella relazione e a comunicare in modo assertivo le sue esigenze e i suoi limiti. Ha anche sviluppato strategie per gestire lo stress e l'ansia causati dalla situazione familiare.

 

Con il tempo, la donna ha iniziato a recuperare la sua vitalità e la sua gioia di vivere. Ha preso consapevolezza del fatto che non era responsabile per la felicità o la depressione del compagno e ha imparato a separare il suo benessere personale dalla situazione emotiva dell'altro. Ha trovato il coraggio di prendere decisioni che le permettessero di preservare la sua salute mentale e il suo equilibrio emotivo.

 

La storia di questa donna è un esempio di come il counseling possa essere un valido supporto per affrontare situazioni difficili e trovare la forza interiore per superarle. Grazie alla sua determinazione e alla guida del terapeuta, la donna è riuscita a trovare la sua strada verso la sopravvivenza e il benessere.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

Fotografia web

5 gennaio 2024

L

Il Counseling della gestalt è una forma di terapia che si concentra sull'esperienza e sulla consapevolezza del qui e ora.
È basato sulla teoria della gestalt, che sostiene che l'essere umano sia un sistema organizzato che cerca costantemente di dare significato alle proprie esperienze.

Il counseling della gestalt si focalizza sull'individuo nella sua totalità, considerando sia il corpo che la mente. L'obiettivo principale è aiutare le persone a sviluppare una maggiore consapevolezza di sé stesse e delle proprie esperienze, al fine di promuovere il cambiamento e il benessere.

Durante le sessioni di counseling, il terapeuta della gestalt utilizza diverse tecniche per aiutare il cliente a esplorare i propri pensieri, emozioni e comportamenti. Questo può includere l'uso di esercizi di consapevolezza, la messa in scena di situazioni o l'utilizzo di tecniche di rilassamento.

Il counseling della gestalt può essere utile per affrontare una vasta gamma di problemi, tra cui ansia, depressione, stress, problemi di relazione e difficoltà di autostima. Può anche essere utilizzato per aiutare le persone a sviluppare una maggiore consapevolezza di sé stesse e delle proprie esigenze, migliorando così la loro capacità di prendere decisioni consapevoli e di vivere una vita più autentica.

Se stai cercando un approccio terapeutico che si concentri sulla tua esperienza personale e sulla tua crescita, il counseling della gestalt potrebbe essere una scelta adatta a te.

Rosalba Di Grazia
www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

Il perdono la più grande vendetta dell'essere umano

Il perdono è un atto di grande forza e saggezza che permette di superare le ferite del passato e di ricominciare a vivere serenamente. Spesso associato alla debolezza o all'incapacità di reagire, il perdono è invece una forma di vendetta molto più potente e liberatoria. In questo articolo esploreremo il significato e l'importanza del perdono, e come esso possa permetterci di costruire ponti anziché alzare muri nelle nostre relazioni e nella nostra vita quotidiana.

 

Il significato del perdono…

Il perdono è un atto di liberazione interiore che permette di lasciare andare rancori, risentimenti e dolore legati a un'offesa o a un'ingiustizia subita. Non significa dimenticare o giustificare l'azione che ci ha ferito, ma piuttosto scegliere di non permettere che essa continui a condizionare la nostra vita. Il perdono è un regalo che ci facciamo a noi stessi, permettendoci di liberarci da pesi emotivi e di vivere in modo più leggero e sereno.

 

La vendetta come reazione istintiva…

La vendetta è spesso considerata una reazione istintiva di fronte a un'offesa o a un'ingiustizia subita. Tuttavia, la vendetta non fa altro che alimentare un ciclo di violenza e negatività, creando ulteriori ferite e dolore. Al contrario, il perdono rompe questo ciclo e ci permette di interrompere la catena di rancore e risentimento.

 

Il perdono come atto di forza e saggezza…

 

Se ti piace il mio articolo, puoi continuare a leggerlo sulla mia pagina web e sulla mia pagina Facebook.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️ fotografia  dal  web

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

L'importanza di indurre i bambini alla lettura come la lettura può aiutare lo sviluppo intellettivo e di comprensione

La lettura è una delle abilità più importanti che un bambino può acquisire durante la sua crescita. Non solo apre le porte a un mondo di conoscenza e immaginazione, ma può anche avere un impatto significativo sullo sviluppo intellettivo e di comprensione del bambino. In questo articolo, esploreremo l'importanza di indurre i bambini alla lettura e come la lettura può influenzare positivamente il loro sviluppo.

 

L'importanza di indurre i bambini alla lettura….

La lettura è fondamentale per lo sviluppo dei bambini in quanto stimola la loro immaginazione, arricchisce il loro vocabolario e migliora le loro abilità linguistiche. Inoltre, la lettura può aiutare i bambini a sviluppare una maggiore consapevolezza del mondo che li circonda e a sviluppare una mente critica. Indurre i bambini alla lettura fin dalla prima infanzia può avere un impatto duraturo sul loro sviluppo intellettuale e sociale.

 

Come la lettura aiuta lo sviluppo intellettivo…

La lettura espone i bambini a nuove idee, concetti e informazioni. Leggere libri stimolanti e adatti all'età può aiutare i bambini a sviluppare la loro capacità di ragionamento critico, di problem solving e di pensiero creativo. La lettura può anche aiutare i bambini a sviluppare una migliore capacità di concentrazione e di attenzione, che sono abilità fondamentali per l'apprendimento e lo sviluppo intellettuale.

 

Come la lettura aiuta la comprensione…

La lettura non solo aiuta i bambini a sviluppare le loro abilità linguistiche, ma anche la loro capacità di comprensione. Leggere storie, romanzi e libri informativi può aiutare i bambini a sviluppare una migliore comprensione del mondo che li circonda, delle emozioni e delle relazioni umane. La lettura può anche aiutare i bambini a sviluppare una maggiore empatia e una migliore capacità di mettersi nei panni degli altri.

 

Come incoraggiare i bambini alla lettura…

Ci sono diverse strategie che i genitori e gli educatori possono adottare per incoraggiare i bambini alla lettura. Alcune di queste includono creare un ambiente di lettura accogliente a casa, leggere ad alta voce ai bambini fin dalla prima infanzia, incoraggiare la scelta di libri interessanti e adatti all'età e partecipare a discussioni sulla lettura. Inoltre, le biblioteche e le librerie possono essere un ottimo luogo per esplorare nuovi libri e partecipare a attività legate alla lettura.

 

Indurre i bambini alla lettura è un investimento prezioso per il loro sviluppo intellettivo e di comprensione. La lettura può aprire le porte a un mondo di conoscenza, immaginazione e opportunità. Inoltre, la lettura può aiutare i bambini a sviluppare abilità linguistiche, di pensiero critico e di comprensione che saranno fondamentali per il loro successo futuro. Quindi, incoraggiamo i bambini a prendere in mano un libro e a scoprire il piacere della lettura.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura  ✍️

Fotografia dal web 📸

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

Gestalt ~ figura ~ sfondo

La terapia della Gestalt è una forma di terapia psicologica che si basa sui principi della psicologia della Gestalt. La parola "Gestalt" è un termine tedesco che può essere tradotto in italiano come "forma" o "configurazione". Tuttavia, quando si parla di terapia della Gestalt, il termine "Gestalt" non viene tradotto in altre lingue, inclusa l'italiano.

 

La terapia della Gestalt e il counseling della Gestalt si concentrano sulla figura e sullo sfondo, motivo per cui viene metaforicamente chiamata "terapia della forma". Tuttavia, si tratta di un concetto filosofico che non può essere tradotto letteralmente.

 

La ragione principale per cui non si traduce la parola "Gestalt" in questo contesto è legata alla sua specifica connotazione e al significato che assume all'interno della terapia stessa. La parola "Gestalt" si riferisce a un concetto fondamentale della teoria della Gestalt, che a sua volta è alla base della terapia della Gestalt.

 

La teoria della Gestalt sostiene che la mente umana organizza le esperienze in modo da percepire il tutto piuttosto che le singole parti. Ad esempio, quando guardiamo un oggetto, percepiamo la sua forma, la sua configurazione e la sua struttura complessiva, piuttosto che focalizzarci solo sui dettagli specifici. Questo concetto di percezione della totalità è ciò che viene definito "Gestalt".

 

Nella terapia della Gestalt, il termine "Gestalt" viene utilizzato per indicare l'esperienza o la situazione attuale che il cliente sta vivendo. Il terapeuta si concentra sulla consapevolezza e sull'esplorazione della Gestalt, incoraggiando il paziente a prendere coscienza delle proprie emozioni, dei propri pensieri e delle proprie sensazioni nel momento presente.

 

Tradurre la parola "Gestalt" potrebbe alterare il significato e la profondità concettuale della terapia stessa.

Mantenere il termine originale aiuta a preservare l'essenza e l'integrità della terapia della Gestalt, consentendo ai professionisti e ai clienti di comprendere appieno il suo significato e le sue implicazioni.

 

La  parola "Gestalt" non viene tradotta quando si parla di terapia della Gestalt perché rappresenta un concetto specifico e fondamentale all'interno della teoria e della pratica terapeutica. Mantenere il termine originale aiuta a preservare l'essenza e la profondità concettuale della terapia stessa.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

Terapista della Gestalt

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

"Invidia, Gelosia, Menzogne e Cattiveria ~ Le Ombre dell'Animo Umano"

L'animo umano è complesso e sfaccettato, capace di emozioni positive e amorevoli, ma anche di sentimenti negativi come l'invidia, la gelosia, le menzogne e la cattiveria. Queste ombre dell'animo possono influenzare profondamente le relazioni interpersonali e la nostra percezione del mondo. In questo articolo, esploreremo il significato di questi sentimenti distruttivi e come affrontarli in modo sano.

 

L'Invidia…..

L'invidia è un sentimento di desiderio e ammirazione malaticcia per ciò che gli altri hanno o sono. È una manifestazione dell'insoddisfazione e dell'incapacità di apprezzare le proprie benedizioni. Chi soffre di invidia tende a confrontarsi costantemente con gli altri, provando amarezza e risentimento per il loro successo. L'invidia può portare a comportamenti negativi come la rivalità, la denigrazione e l'ostilità. È importante imparare a riconoscere l'invidia in noi stessi e a coltivare la gratitudine per ciò che abbiamo.

 

La Gelosia….

La gelosia è un'emozione che nasce dalla paura di perdere ciò che si considera proprio. Può essere causata dalla mancanza di fiducia in se stessi o nella relazione con gli altri. La gelosia può manifestarsi in modi diversi, come il controllo eccessivo, l'ossessione e la diffidenza. Questo sentimento distruttivo può danneggiare le relazioni più intime e creare un clima di tensione e insicurezza. Per superare la gelosia, è fondamentale lavorare sulla fiducia reciproca e sulla consapevolezza delle proprie insicurezze.

 

Le Menzogne…

Le menzogne sono una forma di manipolazione e inganno. Chi mente intenzionalmente cerca di alterare la verità per ottenere vantaggi personali o per nascondere i propri errori. Le menzogne possono danneggiare la fiducia nelle relazioni, creando distanza e sospetto. È importante promuovere la sincerità e la trasparenza nelle nostre interazioni, ricordando che la verità è essenziale per costruire rapporti autentici e duraturi.

 

La Cattiveria….

La cattiveria è l'espressione più estrema dei sentimenti negativi. Chi è cattivo agisce in modo intenzionale per ferire o danneggiare gli altri, spesso senza alcun motivo apparente. La cattiveria può assumere forme diverse, come il bullismo, l'intimidazione o l'aggressività verbale. È importante ricordare che la cattiveria è spesso il riflesso di un profondo disagio interiore e non dovrebbe essere giustificata. Dobbiamo invece cercare di promuovere l'empatia, la gentilezza e il rispetto reciproco per creare una società più armoniosa.

 

L'invidia, la gelosia, le menzogne e la cattiveria sono aspetti oscuri dell'animo umano che possono creare sofferenza e distruzione. Tuttavia, è possibile superare questi sentimenti negativi attraverso l'autocoscienza, la compassione e il lavoro interiore. Coltivare l'amore per sé stessi e per gli altri, praticare la gratitudine e la sincerità sono fondamentali per costruire relazioni sane e una società più equa. Scegliamo di abbracciare la luce anziché le ombre dell'animo umano.

 

"La felicità non è una meta da raggiungere, ma un viaggio da percorrere ogni giorno.

Trova gioia nelle piccole cose, abbraccia le sfide come opportunità e sorridi sempre, perché la vita è un dono meraviglioso."

 

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

Fotografia dal web

 

5  Febbraio:

Nel counseling della gestalt …L'amore e la relazione di coppia: come migliorare la comunicazione e la connessione.

Nel counseling della gestalt, l'amore e la relazione di coppia sono temi centrali che vengono affrontati nella terapia. L'obiettivo è migliorare la comunicazione e la connessione tra i partner, favorendo un maggiore senso di consapevolezza e autenticità nella relazione.

 

Durante le sessioni di counseling, vengono esplorate le dinamiche di coppia, i modelli di interazione e le sfide che possono emergere. Si lavora per favorire una comunicazione aperta e rispettosa, incoraggiando i partner a esprimere i propri bisogni, desideri e sentimenti in modo chiaro e diretto.

 

La terapia di coppia nella gestalt si concentra sull'esperienza qui e ora, mettendo l'accento sulle emozioni, le sensazioni corporee e le reazioni immediate che emergono durante l'interazione tra i partner. Questo approccio permette di identificare e affrontare eventuali blocchi o conflitti che impediscono una comunicazione efficace e una connessione più profonda.

 

Attraverso tecniche di esplorazione, consapevolezza e sperimentazione, il counseling della gestalt aiuta i partner a sviluppare una maggiore consapevolezza di sé e dell'altro, permettendo loro di costruire relazioni più autentiche, soddisfacenti e amorose.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

Fotografia dal web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

nella sezione articoli 

Il Potere Terapeutico di un Abbraccio

L'essere umano è un essere sociale, dipendente dai contatti e dalle interazioni con gli altri. Uno dei gesti più semplici ma straordinariamente potenti che possiamo fare è l'abbraccio. Un abbraccio sincero può avere effetti terapeutici straordinari, sia per chi lo dà che per chi lo riceve. In questo articolo esploreremo il potere terapeutico dell'abbraccio e come possa influenzare positivamente la nostra mente, il nostro corpo e le nostre emozioni.

 

L'abbraccio è un gesto che trascende le barriere fisiche e crea un legame profondo tra le persone. Quando si abbraccia qualcuno, il nostro corpo rilascia endorfine, gli ormoni del benessere, che agiscono come analgesici naturali, riducendo lo stress e alleviando il dolore. Questa risposta ormonale positiva ha un effetto calmante sul sistema nervoso, aiutando a ridurre l'ansia e a creare una sensazione di comfort e sicurezza.

 

L'abbraccio è anche un modo per esprimere empatia e sostegno emotivo. Durante un abbraccio, siamo in grado di trasmettere amore, affetto e solidarietà agli altri. Questo contatto umano può essere particolarmente benefico per coloro che stanno affrontando momenti di dolore, lutto o crisi emotive. L'abbraccio può fornire un senso di supporto e connessione che può favorire la guarigione e la resilienza emotiva.

 

Studi scientifici hanno dimostrato che gli abbracci possono avere effetti positivi sul sistema immunitario. L'abbraccio stimola la produzione di anticorpi e aumenta la circolazione sanguigna, migliorando il sistema linfatico. Questa risposta immunitaria potenziata può aiutare a prevenire malattie e a combattere infezioni, rendendo gli abbracci non solo un gesto di affetto, ma anche un modo per migliorare la nostra salute fisica.

 

Oltre ai benefici fisici e emotivi, l'abbraccio può anche favorire la creazione di legami più forti e duraturi tra le persone. Quando ci abbracciamo, creiamo un'intimità e una connessione che vanno al di là delle parole. Questa connessione può rafforzare le relazioni, fornendo un senso di fiducia e affetto reciproco. L'abbraccio può essere particolarmente benefico in situazioni di conflitto o tensione, poiché può aiutare a rompere le barriere emotive e favorire la comprensione reciproca.

 

L'abbraccio è un gesto di amore, sostegno e connessione che può avere un potente effetto terapeutico su di noi.

Attraverso l'abbraccio, possiamo alleviare lo stress, migliorare il nostro stato emotivo, rafforzare il nostro sistema immunitario e creare legami significativi con gli altri. Quindi, non dimentichiamo mai il potere che un semplice abbraccio può avere nella nostra vita e cerchiamo di condividerlo con le persone che ci circondano.

 

"C'è un miracolo nelle braccia che si aprono e nel cuore che si espande: si chiama abbraccio." - Anonimo

 

Gli abbracci sono una forma di comunicazione silenziosa che può trasmettere comfort, amore e appartenenza senza bisogno di parole.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

Fotografia dal web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

L'atteggiamento è contagioso: circondiamoci di chi fa emergere il meglio di noi.

Un'amica ha pubblicato su un social un articolo che narra: 'L'atteggiamento è contagioso: circondiamoci di chi fa emergere il meglio di noi...'. Di seguito troverete un mio articolo e la mia opinione su questo argomento, poiché, dal mio punto di vista personale e professionale, ritengo che l'atteggiamento sia importante, e ancor più importante è circondarsi di persone positive che fanno emergere il meglio di noi.

 

 

"L'atteggiamento è come un sole che splende dentro di noi: se lo alimentiamo con pensieri positivi e buone azioni, illuminerà il nostro cammino e attrarrà le persone che fanno emergere il meglio di noi."

 

La vita è un'opera d'arte ed è importante circondarsi di persone che ci ispirano a dare il meglio di noi stessi. L'atteggiamento di chi ci circonda può influenzare profondamente il nostro stato d'animo e comportamento. Se scegliamo di circondarci di persone positive, che ci incoraggiano e ci supportano, saremo più propensi a sviluppare un atteggiamento positivo e a raggiungere il nostro pieno potenziale.

 

Immagina di essere circondato da amici e familiari che portano gioia, amore e luce nella tua vita. Le loro energie positive ti infondono fiducia e ti danno la motivazione per metterti in gioco e perseguire i tuoi obiettivi. L'atteggiamento positivo è contagioso e le persone che ne sono dotate possono essere una fonte di ispirazione per noi.

 

Ma come possiamo circondarci di persone che ci fanno emergere il meglio di noi stessi? La prima cosa da fare è valutare le relazioni che abbiamo nella nostra vita. Sono queste persone che ci incoraggiano e ci supportano? Ci spronano a crescere e ci aiutano a superare le sfide? Se la risposta è sì, allora hai già una buona rete di supporto.

 

Se stai cercando di allargare la tua cerchia di persone positive, puoi cercare comunità o gruppi che condividono i tuoi interessi e valori. Questi luoghi ti offrono l'opportunità di connetterti con persone che hanno una mentalità simile e che potrebbero essere una fonte di ispirazione per te.

 

Non dimenticare l'importanza di essere tu stesso un'ispirazione per gli altri. La tua positività e il tuo atteggiamento possono influenzare positivamente coloro che ti circondano. Quando mostri gratitudine, gentilezza e incoraggiamento verso gli altri, crei un ambiente favorevole per la crescita e la felicità.

 

Quindi, sii consapevole di chi ti circonda e dell'energia che portano nella tua vita. Scegli le persone che ti fanno emergere il meglio di te stesso e diffondi il tuo atteggiamento positivo agli altri. Insieme, possiamo creare un circolo virtuoso in cui tutti si sostengono reciprocamente per raggiungere il successo e la felicità.

 

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

Fotografia  dal web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

 

10 Febbraio:

Nel counseling della gestalt L'importanza dell'autostima e come svilupparla.

Nel counseling della gestalt, l'autostima è considerata un elemento fondamentale per il benessere psicologico e emotivo di una persona. L'autostima rappresenta il modo in cui una persona si percepisce, si valuta e si accetta.

 

Sviluppare un'autostima sana e positiva è un obiettivo comune nel percorso di counseling della gestalt. Ciò avviene attraverso l'esplorazione delle esperienze passate, la consapevolezza dei pensieri e delle emozioni presenti e la costruzione di nuove modalità di pensiero e comportamento.

 

Nelle sessioni di counseling, vengono utilizzate diverse tecniche per aiutare la persona a sviluppare un'autostima sana. Alcuni esempi possono includere:

 

1. Esplorazione delle esperienze passate: attraverso la riflessione sulle esperienze vissute, si possono individuare gli eventi che potrebbero aver influenzato negativamente l'autostima e lavorare su di essi.

 

2. Identificazione e sostituzione dei pensieri negativi: il counseling della gestalt aiuta a riconoscere i pensieri autodistruttivi o negativi e sostituirli con pensieri più positivi e realistici.

 

3. Promozione dell'autenticità: l'autostima è legata all'essere autentici. Nel counseling della gestalt viene incoraggiata l'espressione autentica dei propri sentimenti, desideri e bisogni.

 

4. Valorizzazione delle risorse: il counselor aiuta la persona a identificare le proprie forze e risorse, incoraggiando il loro utilizzo per affrontare le sfide e migliorare l'autostima.

 

5. Esperimenti comportamentali: attraverso piccoli passi e sperimentazioni, la persona può gradualmente espandere la propria zona di comfort e sviluppare una maggiore fiducia in sé stessa.

 

È importante sottolineare che il counseling della gestalt è un processo personalizzato e che le tecniche utilizzate possono variare a seconda delle esigenze e delle preferenze del cliente. L'autostima è un cammino individuale, ma il counseling può fornire il supporto e le risorse necessarie per sviluppare una maggiore fiducia in se stessi.

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

Fotografia dal web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

nella sezione articoli

Sviluppare l'Assertività: L'Approccio del Counseling della Gestalt"

L'assertività è una componente chiave per la comunicazione e il benessere psicologico. Essere assertivi significa essere in grado di esprimere i propri pensieri, sentimenti e bisogni in modo diretto, chiaro e rispettoso. L'approccio del counseling della gestalt offre un quadro efficace per sviluppare l'assertività in modo autentico e significativo.

 

La Gestalt, un approccio terapeutico umanistico, si concentra sull'importanza dell'esperienza attuale e della responsabilità personale nel processo di crescita e cambiamento. Nel counseling della gestalt, l'assertività è considerata un aspetto cruciale per una sana autostima e una comunicazione efficace.

 

L'approccio del counseling della gestalt sottolinea l'importanza di essere presenti nel momento attuale e di prendere consapevolezza dei propri pensieri, sentimenti e bisogni. Attraverso l'esplorazione di sé e l'attenzione alla consapevolezza, i clienti vengono incoraggiati a identificare gli ostacoli che impediscono l'assertività e ad esplorare le origini di tali schemi.

 

Nel counseling della gestalt, le emozioni svolgono un ruolo fondamentale nello sviluppo dell'assertività. Gli emozioni possono fungere da indicatori di bisogni non soddisfatti o di confusione. Il terapeuta aiuta i clienti a comprendere, esplorare e gestire le emozioni in modo sano, riconoscendo l'importanza di accordare spazio ed espressione alle proprie esperienze interne.

 

Un altro aspetto chiave del counseling della gestalt è il lavoro sul corpo e sulla consapevolezza somatica. Attraverso l'accento sulle sensazioni corporee, il terapeuta aiuta il cliente a connettersi con la propria autenticità e ad ascoltare il linguaggio del corpo. Questa consapevolezza permette ai clienti di identificare quando si sentono sopraffatti o intrappolati, facilitando l'emergere di risposte assertive.

 

Nel counseling della gestalt, si sottolinea inoltre l'importanza della responsabilità personale. Gli individui sono incoraggiati a riconoscere e accettare la propria parte di responsabilità nelle situazioni, permettendo loro di esplorare alternative più assertive e consapevoli.

 

Durante il processo di counseling gestaltico, i clienti sono guidati verso la sperimentazione e l'integrazione di nuovi modelli di comportamento assertivi. Attraverso l'esplorazione di situazioni di vita reale e l'uso di tecniche di ruolo, i clienti hanno l'opportunità di praticare nuovi modi di comunicare in un contesto sicuro e di ricevere feedback appropriati.

 

L'approccio del counseling della gestalt offre un quadro approfondito per sviluppare l'assertività in modo significativo e autentico. Attraverso l'attenzione alla consapevolezza, all'esplorazione emotiva, al corpo e alla responsabilità personale, i clienti possono raggiungere una maggiore fiducia in sé stessi e migliorare le proprie relazioni. Sviluppando competenze assertive grazie al counseling della gestalt, gli individui possono vivere una vita più autentica, soddisfacente ed empatica.

 

"Sii assertivo nel tuo essere, lascia che la tua voce risuoni con fiducia e rispetto. Incontra gli altri con coraggio, onestà e gentilezza. L'assertività è la chiave per l'autenticità e per costruire relazioni significative."

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸web

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

nella sezione articoli

Dal Cuore all'Anima

Perché Ridere Fa Bene alla Nostra Salute Emotiva

Ridere è un'attività che fa bene alla mente, al corpo e all'anima. Non solo è piacevole, ma ha anche numerosi benefici per la salute. Ecco perché ridere dovrebbe far parte della nostra vita quotidiana.

 

Ridere aiuta a ridurre lo stress e l'ansia. Quando ridiamo, il nostro corpo rilascia endorfine, che sono noti come gli "ormoni della felicità". Questi neurotrasmettitori ci fanno sentire bene e ci aiutano a rilassarci. Ridere può anche ridurre i livelli di cortisolo, l'ormone dello stress, nel nostro corpo. Quindi la prossima volta che ti senti sopraffatto dallo stress, prova a guardare una commedia o a passare del tempo con amici divertenti.

 

Ridere può migliorare il sistema immunitario.

La risata stimola il rilascio di cellule che combattono le malattie nel nostro corpo. Studi hanno dimostrato che ridere regolarmente può aumentare la produzione di anticorpi e aumentare la resistenza alle infezioni. Quindi ridere potrebbe essere un modo naturale per proteggerti da raffreddori e malattie.

 

Ridere può anche migliorare la nostra salute cardiaca. Quando ridiamo, i nostri vasi sanguigni si dilatano, aumentando il flusso sanguigno e riducendo la pressione arteriosa. Questo può ridurre il rischio di malattie cardiache e ictus. Quindi, ridere non solo alleggerisce il cuore emotivo, ma anche il cuore fisico.

 

Inoltre, ridere può migliorare le relazioni e la connessione sociale. Quando ridiamo insieme agli altri, creiamo un senso di unità e felicità condivisa. La risata ha il potere di rompere le barriere e creare un ambiente sociale positivo. Ridere insieme può anche aiutare a superare i conflitti e migliorare la comunicazione nelle relazioni.

 

Infine, ridere è semplicemente divertente!

Ci fa sentire bene e ci riempie di gioia. Ridere ci ricorda di non prendere la vita troppo sul serio e di godere dei momenti felici. Così, la prossima volta che ti trovi di fronte a una situazione stressante o triste, cerca di trovare qualcosa di divertente da apprezzare e ridi - potrebbe fare miracoli per il tuo stato d'animo.

 

Ridere fa bene sotto molti aspetti. Non solo migliora il nostro benessere mentale e fisico, ma migliora anche i nostri rapporti e la nostra connessione sociale. Quindi, non dimenticare di ridere ogni giorno e goderti i benefici che porta alla tua vita.

 

"Ridi come se non ci fosse un domani, perché il potere del sorriso può risvegliare l'anima e illuminare il cammino."

 

Rosalba Di Grazia

Laboratorio di scrittura ✍️

📸web

 

www.contatto-studio-di-couseling-psico-sociale.ch

nella sezione articoli

Crea il tuo sito web con Webador